Nel mese di agosto, la Cina è stata colpita per ben tre volte dalla Peste Suina Africana (PSA). Il primo caso di infezione è stato individuato dal China Aninal Health and Epidemiology Center il 3 di agosto 2018 nella provincia di Liaoning con il conseguente decesso di 47 suini. La cifra ha visto aumentare il conteggio il 16 agosto con ulteriori 30 suini abbattuti, i quali erano stati trasportati dal macello di Shuanghui Zhengzhou dalla città di Jiamusi alla città di Zhengzhou. Il terzo caso si è verificato il 21 agosto quando, nel distretto di Haizhou, sono stati abbattuti 88 suini e altri 615 sono stati ritenuti infetti.

Dovuto alla mancanza di un vaccino per la PSA, la strategia messa in atto dall’industria suinicola cinese si basa sulla biosicurezza, una rapida diagnosi, un completo isolamento e quindi l’eliminazione dei suini infetti e dei materiali contaminati.

 

Fonte: http://www.thepigsite.com/swinenews/45259/asf-death-toll-rises-as-30-pigs-die-during-transportation-in-china/

Condividi questo articolo
Lascia un commento